domenica 4 novembre 2018

il camoscio


Salgo il costone tra le rocce e l'erba, tracce di animale e tracce di uomo sulla terra umida della mattina presto, un po fuori sentiero. 

domenica 30 settembre 2018

Nischiuarch


i colori caldi, della stagione che mi piace di più, non sono ancora al massimo del loro splendore, ma si comincia a vedere il cambio. 

domenica 16 settembre 2018

Waidegger Hohe


Ci sono luoghi sulle nostre Alpi Carniche, anche appena al di là della linea di confine, dove il solo piacere di camminare, respirare profumi e aria che ormai sa già di autunno, ti riempe di grande piacere.

domenica 29 luglio 2018

Zapotok Waterfalls


Zapotok waterfalls : Zapotoski Slapovi........ bisogna risalire la secca fiumana del Suhi Potok, nel grandioso anfiteatro della Zadnja Trenta, l'ultima vallata secondaria della Val Trenta in Slovenia.

domenica 22 luglio 2018

Una su tutte


A volte non è facile scegliere la tua stella
ce ne sono molte che vogliono emergere dal gruppo 
ma alla fine ne sceglierai una su tutte 

sabato 14 luglio 2018

Per il compleanno regalati un Rigogolo

Quante volte ho sentito il suo canto melodioso, quante volte ho alzato la testa verso il fogliame degli alberi sperando di vedere quale splendida creatura potesse emettere un suono così grazioso ?
Sicuramente il suo colore è all'altezza del suo canto ma non è facile vederlo. Il rigogolo o meglio l'oriolo non si fa vedere tanto facilmente eppure lo senti, nei giorni d'estate emettere il suo richiamo e la femmina risponde e tu guardi in su verso gli alberi e non lo vedi. Fai delle ricerche, scopri che questo splendido uccello sfoggia una livrea nera e gialla, giallo vistosissimo eppure allo stesso tempo si mimetizza bene, sembra incredibile come riesca a nascondersi. Allora bisogna abituarsi a cercarlo, scoprirne le abitudini, sapere che è ghiotto di frutta come i fichi per esempio e finalmente lo vedi, la prima volta volare rapido come un picchio da un albero ad un altro, via diritto per poi impennarsi e posarsi su un ramo, poi lo vedi ancora e allora anche il tuo occhio si abitua e come per magia scopri che gli avvistamenti diventano sempre più frequenti. Ma di fotografarlo non se ne parla. Giallo vistosissimo, le ali e la coda nere, così il maschio. La femmina invece è un po' meno vistosa, può essere confusa con il picchio verde.
L'ho seguito, sono andato dietro al suo canto, ho cercato di capire dove fossero i nidi o dove si posava frequentemente, ma ci è voluto del tempo e alcune levatacce per prepararsi un punto nascosto da dove forse avrei potuto vederlo da più vicino . E così ecco che stamattina alle 5 sono sul posto, piazzo il mio nascondiglio e in rigoroso silenzio indirizzo l'obiettivo verso un punto stabilito, dove l'ho visto più volte posarsi. Autofocus da 6 mt ad infinito per fare più veloce, senza vincoli di Iso e poi silenziosa attesa. Ecco che parte il richiamo e puntuale arriva la risposta, sempre più vicino. Ormai è qui lo sento ma ancora non lo vedo. Silenzio, poi la melodia, poi ancora silenzio poi un rumore più forte, una abbaiare secco non è un rigolo ….... tolgo l'occhio dal mirino e guardo fuori dal nascondiglio in silenzio........ un bell'esemplare di femmina di capriolo davanti a me a due tre metri al massimo, silenzio assoluto, guarda verso quel curioso coso ( che è il mio nascondiglio) ma non è spaventata, sta li , mangia l'erba, guarda ancora , vicinissima....... punto l'obiettivo ma niente da fare, l'autofocus da 6 mt a infinito non ne vuole sapere....... tanta è l'emozione che non riesco a fare nulla, niente da fare di riuscire a scattare. L'immagine stupenda del capriolo che guarda verso di me a due metri mi resterà impressa nella mente per un bel po. Un misto di meraviglia e frustrazione. Poi alla fine se ne va piano e io sorrido …...in fondo son qui per il rigogolo........
Aspetto ancora un po', ma l'incantesimo si è rotto, l'immagine del capriolo continua a girarmi nella mente, una occasione fotografica persa, ma di sicuro un ricordo bellissimo. Dopo mezz'ora decido che per oggi basta, meglio farsi una passeggiata nel bosco, per oggi è andata così. Mentre cammino sui bordi del torrente, nella radura tra le alte erbe, ai margini del bosco, sento ancora il rigogolo cantare, e il picchio e la ghiandaia e ancora il cuculo ….... si ecco mi prendono per il cuculo penso......... Ma non è vero, il rigogolo ha visto tutto, sa che sto per tornare a casa a mani vuote, succede spesso, ma oggi un po mi da fastidio. Si, lo so, non è la luce giusta, sarà pure che la foto non è quella che volevo fare, preferivo posizionarmi dove piaceva a me, con il cavalletto, per fare molti scatti e poi scegliere, ma mi devo accontentare di una inquadratura dal basso e non molto vicina e di fatto mi accontento, per essere la prima foto a questo uccello mi accontento, il rigogolo ha voluto farmi un regalo ma senza montarmi la testa........





lunedì 9 luglio 2018

MANIAGO IN MOSTRA



ESPOSIZIONI E MOSTRE FOTOGRAFICHE 




dal 20 Luglio  mostre fotografiche e altro ........ inaugurazione il 18 luglio presso la Sala Liberamente in Via Umberto I a Maniago  (PN)  

domenica 8 luglio 2018

Monte Paularo


Non è passato molto tempo dalla nostra ultima puntatina a Casera Pramosio, angolo felice della Carnia adibito ad agriturismo e base di partenza per numerose escursioni, nonché punto di appoggio della Traversata Carnica............

domenica 1 luglio 2018

Sui pascoli di Lanza


Da Paularo risaliamo la stretta rotabile per il Passo di Cason di Lanza. Al Passo omonimo, per un attimo tralasciamo il segnavia 148 per imboccare la pista forestale di Val Dolce.........

sabato 16 giugno 2018

Krn - Monte Nero


Il 16 giugno 1915 è una data storica per il Monte Nero. All'alba di quel giorno infatti il battaglione alpino Exilles dell'esercito Italiano al comando del sottotenente Alberto Picco balza all'assalto della vetta che viene conquistata alle 4.45. Ogni anno in quella data la locale sezione dell'Associazione Nazionale Alpini in collaborazione con la Sezione CAI di Cividale del Friuli organizza una commemorazione con una breve ma toccante cerimonia a cui ancora una volta ho voluto partecipare.

domenica 10 giugno 2018

Avostanis


La Foresta di Pramosio ci accoglie mentre saliamo all'omonimo agriturismo. Oggi la strada forestale stranamente non è molto trafficata e il sottobosco ombroso si offre a noi come un tonificante toccasana.........

sabato 2 giugno 2018

Physoplexis comosa


Physoplexis comosa - Raponzolo di Roccia
 per la brevità della sua bellezza
effimero, prezioso, speciale 


domenica 13 maggio 2018

Monte Nebria


Dai prati di Valbruna un sentiero risale a Sella Nebria. Abbiamo scelto di tornare sul Monte Nebria senza una logica precisa, mi ricordavo che le due cime che caratterizzano questo piccolo monte, avamposto della Costiera di Dogna, erano molto panoramiche e il sentiero di salita docile e rilassante. Ideale per una escursione breve in previsione di pioggia pomeridiana, ma ugualmente gratificante.

domenica 6 maggio 2018

Kucelj


Bella e suggestiva escursione ai margini meridionali della Selva di Tarnova,da Predmeja andremo fino alla cima del monte Kucelj, attraversanto fitti e rigogliosi boschi e poi seguendo il crinale del Caven su fino alla vetta, non molto lontana dal Veliki Rob la cima più alta di questo spettacolare ciglione carsico.

martedì 1 maggio 2018

Mrzli Vrh


Aggiungiamo ancora un tassello al lungo lavoro di esplorazione delle cime e dei sentieri della grande guerra, nel tratto compreso tra la Conca di Dreznica , sopra Caporetto e Tolmino dove sorgeva la “Testa di ponte” dell'esercito dell'impero Austro-Ungarico.

lunedì 2 aprile 2018

Casera Davass




Quest'anno va così. Le escursioni sono diradate dagli impegni , dal tempo e da qualche malanno, ma appena possiamo riprendiamo, non facciamo programmi ma i desideri non mancano certo. Oggi ci facciamo un giretto panoramico sulle Prealpi.........

domenica 25 marzo 2018

CANAL DI MEDUNA: al lago di Ciul



Quest'anno andiamo un pochino a rilento ma andiamo. Stavolta un bel giro nel gruppo del Frascola all'interno del Parco delle Dolomiti Friulane a risalire il Canal di Meduna, per scoprire angoli color smeraldo e antichi borghi abbandonati

domenica 4 marzo 2018

Kragouinca



Tra una nevicata e l'altra, tra un malanno e l'altro finalmente riprendiamo a camminare. Stavolta la scelta cade su una cimetta delle Valli del Natisone, quindi non molto lontano da casa. Oggi si va sul Craguenza.

domenica 28 gennaio 2018

Monte Corona


Ancora una volta, attratti dal fascino della montagna invernale eccoci coinvolti in una bella escursione sulle Alpi Carniche........

domenica 14 gennaio 2018

Casera Pizzul


Giornata non proprio ideale per questa escursione. Il meteo prevedeva qualche schiarita, in realtà al nostro arrivo a Ravinis è tutto piuttosto grigio. Anche oggi il cielo ha tirato su le coperte e scende qualche fiocco di neve.