domenica 20 ottobre 2013

MATAJUR : voglia di castagne…….

Marisa e Luca 20 ottobre 2013


“Non preoccuparti.

La forza vitale è all’interno,

e da essa scaturirà il nuovo.

Sappi che il vecchio deve morire

affinché possa nascere il nuovo”.

Le porte interiori



clicca sulla immagine per le altre foto ...
Voglia di autunno, voglia di colori, l’autunno è colori, anche nella nebbia. Ce ne andremo sul Matajur, la montagna di casa, partendo tardi, con voglia di castagne e ribolla. Prima di ritrovarci al rifugio Pelizzo davanti al fuoco che arde, decidiamo di fare una breve escursione, la classica: Malghe di Mersino, Dom na MataJur, Chiesetta del Redentore e discesa per Fonte Skrila e la Palestra di roccia.
La giornata non è bella, anzi piuttosto sinistra, dobbiamo fare i conti con la fitta nebbia ma il sentiero lo conosciamo, non servono punti di riferimento e ci lasciamo ricoprire dalla nebbia che amplifica la sensazione di silenzio. Per una volta possiamo “vedere” le cose e i particolari come realmente sono, come ti appaiono all’improvviso.


E’ bello camminare nella nebbia sul Matajur, per una volta la nebbia ci conforta, ci scivola intorno, affettuosa, si ricompone dietro di noi, ti riempie i polmoni, ti accarezza la pelle del viso. Le rocce, gli alberi, il rifugio, la Chiesa del Redentore sembrano fantasmi, poi all’improvviso ti appaiono come sono quando ti avvicini, per poi scomparire nel nulla quando passi oltre.


Dentro la nebbia ardono i colori d’autunno delle Valli del Natisone, è la natura che insorge, che rivendica i suoi ultimi attimi prima di andare in letargo.



Non possiamo distrarci con i panorami bellissimi che offre la cima del Matajur, sulla strada di Rommel e sul nuovo sentiero dei 3 Comuni ci si concentra sui colori del bosco. E’ rosso, giallo, verde e marrone, colori che scaldano i sogni, colori che sarà bello custodire durante l’inverno, colori che aspettiamo dopo una estate generosa.



L’autunno è arrivato, le ore di luce cambiano, i colori mutano, apparentemente la montagna sembra sempre la stessa ma non è così, quando la natura chiama la montagna risponde ricordandoci che ogni cosa ha il suo tempo. La giornata si presta, respirando profondamente, senza fretta, nel bosco di Fonte Skrila si sente l’autunno, si può seguirne il flusso. Il sentiero asseconda questo passaggio.


Il castagno rovescia a terra i suoi frutti, sul tappeto colorato di foglie.



Profumi forti e sani, si fondono con la nebbiolina umida, adesso abbiamo voglia di castagne……….


6 commenti:

  1. montagnesottosopra26 ottobre 2013 19:10

    Originally posted by frivoloamilano:Autunno, una stagione esigente: le giornate si accorciano, le nebbie spadroneggiano, la natura "muore" ma in tutto questo c'è lo splendido dono dei dei caldi colori, delle intime atmosfere, dei meravigliosi frutti e la promessa della rinascita. Sul Matajur, con i vostri occhi, tutto questo lo abbiamo visto.ciao ;) abbiamo avuto la sensazione che ancora una volta il tempo ci avesse messo i bastoni tra le ruote, mancava poco che girassimo i tacchi, ma le castagne non erano ancora pronte...... insomma avevamo qualche ora di tempo. Tra non molto mi sa che toccherà girare pagina al calendario e una volta girata cambieranno anche i colori :( !

    RispondiElimina
  2. frivoloamilano26 ottobre 2013 19:10

    Autunno, una stagione esigente: le giornate si accorciano, le nebbie spadroneggiano, la natura "muore" ma in tutto questo c'è lo splendido dono dei dei caldi colori, delle intime atmosfere, dei meravigliosi frutti e la promessa della rinascita. Sul Matajur, con i vostri occhi, tutto questo lo abbiamo visto.ciao ;)

    RispondiElimina
  3. montagnesottosopra26 ottobre 2013 21:10

    Originally posted by anonymous:http://www.youtube.com/watch?v=-_n8YSA0tUAMandi Giuan ! parole magiche, da ascoltare ad occhi chiusi! Da ascoltare piu' volte......... in autunno !

    RispondiElimina
  4. Nadia writes:Se non fosse per questi colori stupendi, l'autunno mi deprimerebbe!!! L'ultimo dono prima del bianco inverno!!!Godiamocelo a pieno!!! ciaooo

    RispondiElimina
  5. montagnesottosopra28 ottobre 2013 21:10

    Originally posted by anonymous:Nadia writes:Se non fosse per questi colori stupendi, l'autunno mi deprimerebbe!!! L'ultimo dono prima del bianco inverno!!!Godiamocelo a pieno!!! ciaooo

    Ciao Nadia. L'autunno e la primavera sono le stagioni migliori per i colori, peccato però che ultimamente si rischia la muffa !

    Mandi

    RispondiElimina