domenica 27 maggio 2012

MONTE CROSTIS

Marisa e Luca 27 maggio 2012


La vista dalla cima del Crostis, con la sua bella e ripida cresta che si collega al Monte Floriz, potrebbe già di per se essere sufficiente a compiere questa escursione. Appena sotto la cima la curiosità aumenta, ti aspetti un panorama a 360 gradi invece è magicamente interrotto. Dal balcone sommitale appare il gruppo del Coglians/Cjanevate con i suoi bianchi calcari che emergendo spettacolari e predominanti, ti lascia per un attimo senza fiato. E così dopo una salita di quelle che ci piacciono tanto, di ampio respiro, di quelle da “viva la vita”, questo è proprio un gran regalo per i nostri occhi, anche con il temporale….. 

...

A dir la verità partiamo con un splendido sole, la giusta temperatura e la giusta calma. Il ritmo è lento, dobbiamo passare la giornata e non abbiamo nessuna fretta. Anche perché abbiamo dormito poco e le verdi dorsali fiorite della panoramica delle vette sono davvero rilassanti e accoglienti. Un ambiente che definirei morbido, di quelli da camminarci sopra a piedi nudi, tra grandi fioriture di anemoni e fischi di marmotte. Insomma lasciamo l’auto lungo la strada del Crostis prima di un tornante per imboccare il 151 che sale lungo la Costa Buina in direzione di Casera Chiadinis, con molta calma. Oggi non vogliamo fare fatica. Salendo il sentiero colpisce in particolar modo la diversità della vegetazione, sotto di noi rigogliosi boschi di abeti e larici. Sopra di noi prati di rododendri non ancora in fiore, genziane, pulsantille e ranuncoli.












I panorami si mescolano tra Giulie e Carniche, mentre il terreno alterna dolci ripiani erbosi , verdi pendii e vivaci ruscelli. Paolo, Paola e Mattia di Tolmezzo (così c’è scritto sul libro di vetta :) ) ci raggiungono, ci salutano, parliamo un po’ piacevolmente, anche a loro piace la montagna come a noi, poi ci salutiamo. Li ritroveremo in vetta e poi chissà…….. magari in futuro su qualche sentiero su per i monti.
Dalla Casera Chiadinis si vede la croce sulla cima del Crostis, ma si vedono anche delle nuvole nere correre in cielo. La cima non è molto distante quindi saliamo. Il sempre comodo sentiero attraversa i pendii, tra affioramenti di rocce eruttive dai colori rosso/verdastro, sempre reso allegro dalle multicolori fioriture.













Il nostro arrivo sulla cima coincide con la scomparsa definitiva del sole. Le nuvole in cielo minacciano pioggia e anche se fa piuttosto freddo, nulla ci impedisce di ammirare la grande mole del Coglians, i monti di Volaia e Capolago con la profonda incisione del passo.
Prima di essere investiti da piccole palline di ghiaccio riusciamo a scattare qualche foto, firmare il libro di vetta e fare una breve sosta.







Poi sotto questa insolita pioggia, riprendiamo la discesa, lungo i prati ondulati, verso la casera,



verso il bosco sottostante di questa Carnia mite e rasserenante come il cielo che adesso è di nuovo azzurro.

8 commenti:

  1. frivoloamilano31 maggio 2012 20:05

    anche se cupo e intimorente il panorama si è lasciato ammirare lo stesso e come si dice di questo mese: "MAGGIO pazzerello esce il sole e apri l'ombrello" o è Marzo... :D :D ciao Sottosopra

    RispondiElimina
  2. montagnesottosopra1 giugno 2012 01:05

    E' Marzo ma quest'anno va bene anche per Aprile, Maggio, Giugno.......... "pazzerello, un giorno brutto e un giorno bello"ciao Frivoli

    RispondiElimina
  3. giovanni writes:nessuna traccia dell'orso :-P? la penultima foto e' da concorso! complimenti per il dettaglio e lo scatto!mandulis l&m

    RispondiElimina
  4. montagnesottosopra2 giugno 2012 00:06

    Originally posted by anonymous:giovanni writes:nessuna traccia dell'orso :-P? la penultima foto e' da concorso! complimenti per il dettaglio e lo scatto!mandulis l&mbasta un orso sul Crostis, due finiscono per litigare:D

    RispondiElimina
  5. sono sempre aggiornato sulle vostre incursionisi sente l'amore e la passione verso la montagna e la natura Vi ringrazio per le fotografie e i paesaggi che mostratemi sento un aquila che vola e vede tutto dall'altociao e grazie millebellissime le parole iniziali siamo partiti con un uno spendido sole la giusta tenperatura e la giusta calma, ritmo lento:)

    RispondiElimina
  6. montagnesottosopra3 giugno 2012 13:06

    Originally posted by icepane:icepane icepane # Saturday, June 2, 2012 8:00:34 PMsono sempre aggiornato sulle vostre incursionisi sente l'amore e la passione verso la montagna e la natura Vi ringrazio per le fotografie e i paesaggi che mostratemi sento un aquila che vola e vede tutto dall'altociao e grazie millebellissime le parole iniziali siamo partiti con un uno spendido sole la giusta tenperatura e la giusta calma, ritmo lentoCiao, grazie del passaggio, un saluto :)

    RispondiElimina
  7. Luca l Alpinauta writes:simpri biel il crostis

    RispondiElimina
  8. montagnesottosopra10 giugno 2012 10:06

    Originally posted by anonymous:Unregistered user # Saturday, June 9, 2012 10:26:10 PMLuca l Alpinauta writes:simpri biel il crostissarà simpri biel, mo ogni volte co rivi in cime vegnin iu sglavins :( !Mandi Alpinauti

    RispondiElimina