giovedì 14 ottobre 2010

ANELLO DI PASSO ELBEL :La Val Pesarina ..la magia di questa stagione

Maggie, Elena e Giovanni, Marisa e Luca 10 ottobre 2010



L’autunno avanza in Val Pesarina. Foglie e colori cariche di infinite sfumature. I boschi sono uno spettacolo di toni caldi e contrasti e la stradina forestale che da Pian di Casa ci porta verso l’imbocco del sentiero per Casera Mimoias sembra un viale variopinto sotto un cielo azzurro. 

...


In compagnia di Maggie, Elena e Giovanni imbocchiamo dopo un po’ il sentiero 202 che entra nel bosco magico di faggio, abeto rosso e acero. La mattina pur essendo frizzantina si presenta splendida e la luce del sole che filtra tra le foglie che ancora vestono gli alberi prima del distacco, scherza con loro e con i loro colori, prima che il vento le porti via come farfalle. 



Superato un rio e un tratto in costa, con Maggie a fare da scout, in circa un’oretta siamo ai pascoli di Casera Mimoias. I prati si aprono e si intravede la Casera con dietro la Creta di Mimoias con il bosco di larici e abeti che si arrampica sui versanti. Le creste dei Clap parzialmente nascoste da un miscuglio di colori del limitare del bosco. Faggi ,aceri, abeti e larici , ognuno con le sue caratteristiche forme, ognuno con la sua tinta. Gialli, rossi, arancioni, verdi e tante sfumature sotto il cielo stupendamente azzurro. 







Il percorso è semplice, poco faticoso, la temperatura è ora piacevole, ideale per una escursione bella e rilassante. Superati i ruderi della casera e tralasciate le indicazioni per il Rifugio De Gasperi scendiamo brevemente lungo la forestale per poi seguire le indicazioni per il passo Oberenghe.
Per un tratto breve si segue il rio Mimoias e poi stando attenti agli ometti e alle indicazioni si oltrepassa lo stesso superando un tratto franato per poi riprendere la mulattiera fino al bivio successivo. Le indicazioni per la creta di Mimoias attirano la nostra attenzione tanto che per un pò ne parliamo interessati come futura meta. Intanto segniamo, la lista si allunga. 



Il bosco è più rado e ci si snoda tra radure, larici e bassi mughi per poi piegare decisamente a destra seguendo le indicazioni per il Passo Elbel. La visuale si apre sulla Val Pesarina e in controluce si vedono i pascoli di Casera Malins e i contorni dei monti che separano la valle di Sauris. 
Con piacevole pendenza e piacevole compagnia giunti sotto la fascia rocciosa della Cresta di Enghe, dopo un breve tratto rovinato e un paio di tornati si esce dal bosco d’abeti e larici, mentre davanti a noi compare l’inconfondibile forma del Campanile di Mimoias.





Un tratto in traverso che regala ancora bellissime inquadrature autunnali sulla valle e sulla Creta di Mimoias e siamo alla base del campanile. Da li al Passo Elbel il tratto è breve ma pittoresco. Un aereo sentiero scavato nella roccia in una decina di minuti ci porta su, dove si apre un panorama nuovo. Il sentiero si perde nella vallecola che scende verso Sappada tra le Crete Brusate e la Cresta di Enghe, mentre di fronte le chiare rocce del Monte Ferro e gli spazi infiniti della Val Visdende. Da un parte il Friuli, Carnia, dall’altra il Cadore e il Comelico. 



L’aria fredda ci costringe a coprirci e a scendere sottovento per cercare un po’ di riposo. Maggie scodinzola tra le gambe, dopo aver annusato il mondo intero adesso mira ai nostri panini. 
Poi arrivano le crocchette e allora si tuffa senza ritegno. Per la seconda volta in due settimane ci tiene compagnia con la sua gioia. Il suo gioco preferito e scendere a pancia sull’erba ripida. 
Un po’ di pausa, poi esplorazione dei dintorni.




Un paio di panorami, la foto di gruppo che ci vuole sempre e poi giù lungo il sentiero che porta al rifugio De Gasperi. Come tutto il percorso anche questo tratto è molto bello, ricco di genziane e colori d’autunno. Si scende ripidamente tra i mughi e dopo una breve radura erbosa si rientra nel bosco. Segue un tratto in traverso per uscire poi nei prati incolti di una vecchia casera. Abbandonato il segnavia per il rifugio rientriamo ancora nel bosco e dopo un breve tratto si comincia a scendere a strette serpentine verso valle. Maggie naturalmente è furba e si fa portare nei tratti più ripidi.



L’autunno è arrivato, entrare e uscire dal bosco è uno spettacolo, un regalo di luce e colori, di calde sfumature cariche di pensieri e piacevoli distrazioni. Le foglie prendono curiose tinte che cambiano in continuazione a seconda dell’esposizione del sole e camminare oggi in montagna è un vero piacere. 




L’autunno lo respiri, lo senti umido e fresco. L’aria la senti sulla pelle e sugli occhi, ha mille colori e mille odori, dolci e piacevoli, ma i contrasti sono netti e intensi, quasi a sottolineare il distacco tra l’estate e l’inverno. In Val Pesarina l'autunno e davvero magico.



12 commenti:

  1. Stagione diversa, ma la foto ha qualche "lievissima" somiglianza :wizard: http://my.opera.com/luca_63/albums/showpic.dml?album=4907962&picture=74165372http://my.opera.com/lor74cas/albums/showpic.dml?album=672193&picture=12710576Anche con il meteo sei stato più fortunato di noi.

    RispondiElimina
  2. giovanni writes:caspita che colori. se decidete di tornare non fatevi mancare la creta di mimoias. corona la bellezza di questa zonabau a maggie e ciao ai restanti

    RispondiElimina
  3. frivoloamilano14 ottobre 2010 18:10

    L'idea di fare la vostra stessa escursione domenica prossima c'era. Visto il post(o) e le belle foto l'idea si è rafforzata ma dopo aver visto le previsioni...addirittura neve poco sopra i 1200...:ko:Aspettando tempi migliori, un saluto a tutta la compagnia, Maggie compresa naturalmente.

    RispondiElimina
  4. montagnesottosopra14 ottobre 2010 23:10

    Originally posted by anonymous:Anonimo
    # 14. October 2010, 08:06
    giovanni writes:

    caspita che colori. se decidete di tornare non fatevi mancare la creta di mimoias. corona la bellezza di questa zona

    bau a maggie e ciao ai restanti

    Penso che non mancheremo la prossima volta , sicuramente
    :up:

    RispondiElimina
  5. montagnesottosopra14 ottobre 2010 23:10

    Originally posted by lor74cas:Lorenzo # 14. October 2010, 07:25
    Stagione diversa, ma la foto ha qualche "lievissima" somiglianza
    http://my.opera.com/luca_63/albums/showpic.dml?album=4907962&picture=74165372
    http://my.opera.com/lor74cas/albums/showpic.dml?album=672193&picture=12710576
    Anche con il meteo sei stato più fortunato di noi.

    Bella foto ;)

    RispondiElimina
  6. montagnesottosopra14 ottobre 2010 23:10

    Originally posted by frivoloamilano:frivoloamilano # 14. October 2010, 15:10
    L'idea di fare la vostra stessa escursione domenica prossima c'era. Visto il post(o) e le belle foto l'idea si è rafforzata ma dopo aver visto le previsioni...addirittura neve poco sopra i 1200...
    Aspettando tempi migliori, un saluto a tutta la compagnia, Maggie compresa naturalmente.

    Il Passo Elbel va bene anche con la neve :D


    pensa che bello i colori d'autunno e il preludio dell'inverno :) .



    un saluto da tutta la banda

    RispondiElimina
  7. Silenzi d'Alpe writes:Dalle tue foto emana un senso di "profondissima quiete".Mandi Silenzi d'Alpe

    RispondiElimina
  8. montagnesottosopra18 ottobre 2010 20:10

    Originally posted by anonymous:Anonimo
    # 18. October 2010, 12:39
    Silenzi d'Alpe writes:

    Dalle tue foto emana un senso di "profondissima quiete".

    Mandi Silenzi d'Alpe



    la Val Pesarina è un po sottovalutata in questo senso. Eppure è magnifica, sicuramente silenzio e quiete sono parole che riassumono un po l'essenza. Il suo nome aggiunto è "la Valle del Tempo". Sarà per un altro motivo (i maestri orologiai famosi nel mondo hanno origine qui), mai nome è più appropriato.
    Mandi sui nostri blog

    RispondiElimina
  9. Valle del Tempo...mi piace davvero molto..un caro saluto a tutta la banda...mandiFabio

    RispondiElimina
  10. The autumn is here and that lanscape is beautifull. Lovely colors in tour pictures and lovely dog in one of them.Greatings.

    RispondiElimina
  11. Anonimo writes:non ci siamo sentiti per gli auguri di buon natale....mascalzone...tanti saluti dalle vigne di prepotto....ah ah ah burlonebuona continuazione di feste!!!!d.j.a.

    RispondiElimina
  12. montagnesottosopra27 dicembre 2010 10:12

    Originally posted by anonymous:Anonimo writes:

    non ci siamo sentiti per gli auguri di buon natale....
    mascalzone...

    tanti saluti dalle vigne di prepotto....

    ah ah ah burlone

    buona continuazione di feste!!!!

    d.j.a. Quota | Modifica | Cancella


    Cavolacci d.j.a. è vero .....mannaggia. Stasera ti telefono :awww:

    RispondiElimina